fbpx

La Seconda Guerra Mondiale | I Fortini di Molentargius

 
Molentargius, come abbiamo già visto in tanti nostri post precedenti, conserva una storia lunga millenni ed ogni piccolo tassello contribuisce a creare una storia dal fascino incredibile.
Sapevate che dentro il Parco esistono ancora dei Fortini che risalgono alla Seconda Guerra Mondiale?
Queste erano delle postazioni militari ascrivibili ai numerosi sistemi difensivi realizzati in Sardegna nel periodo bellico tra il 1940 e il 1943.
Le strutture appartenenti al “Fronte a terra di Cagliari” rappresentavano un fondamentale presidio a difesa della città, sia contro sbarchi dal mare che contro gli attacchi dall’entroterra.
 
Il Fronte a terra è una linea difensiva, composta da gruppi di opere definite come capisaldi, che riprende l’andamento del perimetro urbano della città di Cagliari e che serviva da sbarramento e protezione del porto.
All’interno del territorio del Parco di Molentargius sono presenti quattro Caposaldi: il Caposaldo XIV, il Caposaldo XV, il Caposaldo XVI “Augusta” e il Caposaldo XVII.
 
Ogni caposaldo è composto da più opere tutte aventi come armamento previsto da progetto la mitragliatrice, tranne l’Opera dove era prevista la presenza di un fucile mitragliatore.
 
Di particolare interesse troviamo, nell’area verde di Cagliari, il Caposaldo XV mimetizzato da serbatoio o torre con funzione di posto di osservazione, oppure il Caposaldo XVI “Augusta” (posizionato nel percorso che da Cagliari, partendo dal cancello N°3, porta al Rollone) mimetizzato da casolare.
 
Stiamo effettuando delle ricerche a proposito, per avere maggiori informazioni sul glorioso passato della Salina e se hai delle notizie o delle tracce che vuoi condividere con noi, non esitare a contattarci su tutti i nostri canali!